♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

26.10.12

La Cappella Sistina compie 500 anni ma ci sono ancora troppi visitatori


Cappella Sistina
Il 31 ottobre la Cappella Sistina compirà 500 anni. Era il 1512 quando il papa Giulo II della Rovere svela la volta ultimata da Michelangelo. Un’opera omnia, che rivoluzionò il modo di intendere la pittura e l’arte stessa. Sita all’interno dei Musei Vaticani, la Cappella Sistina è visitata da cinque milioni di turisti all’anno, con picchi di 20 mila visitatori al giorno. Troppi, secondo il direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci:

“In 20 anni la popolazione della Sistina è raddoppiata. Dacché sono arrivato, è il mio problema più grande; occorre una manutenzione costante e programmata. Oggi, occorre disciplinare i flussi, e non è facile. Poi, da due anni la Carrier studia come aggiornare un impianto che, nel 1995, dopo i restauri diretti da Carlo Pietrangeli e Fabrizio Mancinelli e condotti da Gianluigi Colalucci, era assolutamente all’avanguardia. Va reso più efficiente il ricambio d’aria, abbattuta la temperatura e governata maggiormente la polvere; il tutto con il vincolo che i macchinari, necessariamente esterni, non deturpino”.

Sì, perché migliaia di persone in quell’unica sala, seppur molto grande, “portano polveri, vi lasciano anidride carbonica, sudore e umidità, innalzano la temperatura”. In altre parole, rappresentano un pericolo per la salvaguardia degli affreschi. Anche le luci giocano un ruolo molto importante e il nuovo impianto di condizionamento e riciclo d’aria sarà pronto l’anno prossimo. Non a caso il capolavoro di Michelangelo, insieme alle altre importanti opere dei musei, è sotto monitoraggio costante da parte del laboratorio di restauro vaticano, al cui interno lavorano 90 persone suddivise per specialità e che è uno dei più importanti centri di restauro del mondo.


Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes