♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

30.9.12

Molte scuole rischiano di rimanere senza connessione internet per mancanza di fondi.


internet scuolaSembra strano eppure è così, secondo quanto fatto sapere da una nota della Direzione generale per gli studi, daò 20 ottobre per mancanza di fondi finisce il progetto Spc scuole che causerà un taglio alla connessione di 3.800 istituti. I fondi sono terminati, quando non ci sono soldi la conseguenza è scontata, la connessione verrà staccata agli istituti a meno che gli stessi non la confermino pagando le spese di tasca propria.

Già negli ultimi anni le riduzioni graduali dei fondi avevano intaccato non poco le possibilità delle scuole, ma adesso si è arrivati a un punto davvero tragico. Internet al giorno d'oggi è una risorsa basilare è indispensabile per una crescita adeguata degli studenti, se utilizzato in modo corretto, garantisce conoscenze che ormai sono sempre più richieste dal mercato del lavoro. Del resto il Miur stesso quest'anno aveva già stabilito che le iscrizioni dovevano potersi fare tramite internet; e in più c'era il discorso del registro in formato elettronico. Secondo il decreto Digitalia, "a decorrere dall'anno scolastico 2014-2015", il collegio dei docenti adotta esclusivamente libri nella versione digitale o mista, costituita da un testo in formato elettronico o cartaceo e da contenuti digitali integrativi, accessibili o acquistabili in rete anche in modo disgiunto, una soluzione che poteva portare a enormi benefici economici soprattutto per le famiglie.

tagli istruzionePurtroppo però secondo lo stesso ufficio statistico del Miur solo il 33 % delle classi è connessa a internet. Il73 % delle scuole lo è, ma magari solo in alcune zone come la segreteria, la presidenza o la biblioteca, di conseguenza il ragionamento fatto in precedenza viene eliminato del tutto. "Lo sappiamo che ci sono scuole senza internet. Ma rimedieremo con il decreto Digitalia, con un piano di cablatura", promette Giovanni Biondi, il responsabile del Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Miur, "Il cablaggio di scuole e uffici pubblici deve essere la priorità assoluta", dice il professore dell'Università Bicocca Paolo Ferri ad Agendadigitale.eu. L'approccio di Profumo, giustissimo e al passo con i tempi, si è scontrato con un'assurda mancanza di fondi. Il rischio, per il progetto Scuola digitale come per altri temi dell'Agenda, è che a obiettivi così alti non corrispondano adeguate risorse. Così si avanzerà a macchia di leopardo e con progetti parziali, cominciando dalle Regioni che hanno più risorse da dedicare a questi temi.

Come sempre per noi studenti non ci sono soldi, resteremo indietro, all'era preistorica, mentre nel resto del mondo si va sempre più avanti con il progresso tecnologico. Poi dico io, senza connessione ad internet, come fa uno a connettersi col cellulare per copiare? E' impossibile! Sappiamo bene tutti quanto importante sia ilcopiare per noi studenti cazzeggiatori estremi! Facciamo valere i nostri diritti di copiatori estremi! Per fortuna, c'è l'orologio bigliettino che ci da una mano anche senza internet a copiare per il meglio! Grazie orologio bigliettino, mi salvi la vita svariate volte all'anno!
Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes