♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

6.3.12

Brescia, preside censura articolo su amore gay.



Un innocuo articolo sul video di Arcigay, realizzato in occasione di San Valentino, per promuovere il matrimonio gay e  scritto per il giornalino scolastico, ha turbato così tanto preside e vice-preside dell’Istituto Tecnico Industriale Statale e Liceo Scientifico Tecnologico Benedetto Castelli di Brescia, da spingerli a censurarlo. Un caso denunciato da Gerlando Marchetta, il responsabile del giornalino “Il Castello”, che si è visto vietare la pubblicazione del pezzo. Un articolo davvero all’acqua di rose, dal titolo “L’altra faccia di San Valentino”:
“Anche quest’anno, il 14 di febbraio, si è festeggiata la tradizionale festa degli innamorati. Sia a livello nazionale che sul territorio bresciano le iniziative e gli eventi abbondavano; particolarmente interessanti, accattivanti e forse provocatorie si sono rivelate le iniziative di Coin, Agedo e Arcigay. La catena di grandi magazzini Coin, in collaborazione con Agedo (Associazione Genitori e amici Di Omosessuali), ha proposto l’iniziativa “Everything is love” per “Festeggiare l’amore in ogni sua forma”, permettendo alle coppie di qualsiasi tipo di partecipare gratuitamente ad un servizio fotografico nella vetrina del negozio, manifestando il proprio affetto apertamente. La celeberrima associazione Arcigay (in particolare la sua sede provinciale bresciana “Orlando” e il suo gruppo giovani “Una Zebra a Pois”) ha invece prodotto un breve video, di circa 5 minuti, basandosi sulla canzone gentilmente concessa da Jovanotti “Ti sposerò”. Il cortometraggio, costato mesi di riprese (effettuate grazie ad attori e comparse scelte tra i volontari di Arcigay Brescia, ma anche tra le mamme e i papà di Agedo, con il sostegno di numerosi sponsor privati), mette in scena la vita di una coppia omosessuale partendo dai gesti più semplici e dai naturali scambi di affetto fino a inscenare un ipotetico matrimonio; parallelamente un’altra coppia, formata da due ragazze, promette di fare lo stesso. Il video ha avuto un inaspettato successo, raccogliendo diffusione anche su scala internazionale. Oltre a donare visibilità ad una faccettatura dell’Amore spesso dimenticata o volutamente discriminata, il video mette in risalto la tematica del matrimonio omosessuale, considerato da Arcigay un diritto negato per numerosissime coppie in Italia: “Il desiderio di tante cittadine e cittadini che in Italia non possono ‘scegliere se dire sì’ necessita del giusto riconoscimento da parte di un paese che voglia dirsi civile ed europeo” dice Luca Trentini, segretario nazionale di Arcigay. Il video è disponibile su Youtube e video.repubblica.it. Un San Valentino particolare quest’anno ha messo in risalto la totalità dell’Amore, ovviamente non senza polemiche e discussioni… Ma l’Amore non teme futili dibattiti… Amor Vincit Omnia”.
La motivazione della censura è a dir poco inquietante: “Non riguarda la scuola, rovinerebbe la nostra immagine”. Insomma, l’omosessualità non riguarda una scuola e i suoi studenti e anzi, parlarne, mette in cattiva luce l’istituto. Se questa non è una volgarissima ed esplicita omofobia istituzionalizzata, non saprei come definirla. Solidarietà ai ragazzi. E spero che dalle parti di Brescia, associazioni e cittadini si facciano sentire. Nota di colore: uno dei due censori è un insegnante di religione.
Reazioni:

1 commenti esagitati e considerazioni varie:

Anonimo ha detto...

You rеally make it seem so easy with your presentation
but Ι find this matter to be actually somеthing whiсh I
think Ι would nevеr underѕtаnd.
It seеms too complеx anԁ veгy broad fοr me.
I'm looking forward for your next post, I'll try to get the
hang of it!

Ηеrе іs my site ... payday loans

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes