♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

3.8.11

I cento anni della IBM


Nasce il 16 giugno 1911, anche se già attiva dal 1888, ha sede ad Armonk-New York mentre la filiale italiana fu costituita nel 1927.

Nel 1910, Herman Hollerith, inventore della scheda perforata, conferì i suoi brevetti per la Germania ad un commerciante di macchine addizionatrici che fonda la Deutsche Hollerith Maschinen Gesellschaft, abbreviata in Dehomag. Poi Hollerith vende l’intera attività a Charles Flint e questi a sua volta a Thomas J. Watson, che trasformerà il vecchio nome dell’azienda americana in IBM e renderà l'azienda leader nel campo dei sistemi meccanografici, destinati ad avere un grande successo nell'epoca del New Deal
roosveltiano.

( Nella foto potete vedere il primo alimentatore automatico di schede perforate, che servì ad elaborare il censimento del 1900 molto più rapidamente ).

Con l'avvento del calcolatore elettronico, il prodotto principale di IBM diventa il mainframe, in cui è tuttora leader di mercato.

Tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta, a causa dell'emergere dell'informatica distribuita, attraversò un periodo di profonda crisi.

IBM ricominciò a salire la cima puntando sue due direttrici: i servizi a valore aggiunto, e i sistemi cosiddetti "midrange", cioè la serieAS/400 (prodotta negli stabilimenti di Rochester - USA, Roma Santa Palomba - Italia e dal Campus di Dublino - Irlanda), oggi iSeries, che sarebbe esplosa letteralmente prima nelle piccole e medie imprese, e poi anche nelle grandi aziende, dove si conquistò un posto come "snodo" fra i grandi Mainframe e le unità produttive decentrate.

Attualmente è attiva in molti settori: dai server che vende con vari sistemi operativi (AIX, Linux, Windows NT), al software (questa divisione nasce nel 1995), ai servizi in ambito informatico, ai microprocessori (ad esempio i PowerPC, utilizzati nelle console NexGen come Xbox 360, Nintendo Wii e recentemente insieme a Sony e Toshiba ha sviluppato il processore multimediale Cell, utilizzato nellaPlayStation 3), nonché alle stampanti ed altro ancora.

IBM ha costruito Deep Blue, computer progettato appositamente per giocare a scacchi e risultato vincitore nel 1997 contro l'allora campione del mondo Garry Kasparov. Blue Gene nella sua più potente configurazione (Blue Gene/L) è il più potente supercomputer del mondo.

Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes