♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

6.5.11

Uccisi e stuprati per curare l’Aids

Ammazzati per motivi legati alla magia nera, riferisce l’Huffington Post. Accade a centinaia di persone inTanzania, dove giovani albine vengono violentate per via di una credenza che ritiene che esse siano una cura per l’Aids. Assurdo? Sì, ma vero. Almeno 63 albini, tra cui bambini, sono stati uccisi, perlopiù nelle zone più remote del paese, situate nel nord-est. “Crediamo che si verifichino centinaia di omicidi nel paese, ma che solo un piccolo numero sia denunciato alle polizie locali” sostiene Peter Ash, fondatore del periodico Under The Same Sun (UTSS), a quanto riferisce l’agenzia Reuters.

SVANIRE NEL NULLA - “C’è una credenza secondo la quale se hai una relazione con una ragazza albina, ciò potrà aiutarti a curare l’Aids. Così molte ragazze albine vengono violentate per causa di questa falsa credenza.” Circa 1,4 milioni di abitanti della Tanzania, su una popolazione di 40,7 milioni di persone, sono sieropositivi. I cacciatori di albini uccidono le loro vittime e raccolgono il sangue, i capelli e a volte i genitali e altre parti del corpo al fine di ricavare pozioni che i dottori dicono portano fortuna in amore e lavoro e in generale nella vita. “Si crede che una persona affetta da albinismo abbia poteri magici. Si crede che vengano dal diavolo e che non siano umani. Si crede non già che muoiano, ma che semplicemente svaniscano nel nulla.

OSSA SOTTRATTE – Ernest Kimaya, capo dell’Associazione degli Albini di Tanzania, sostiene come per le ragazze albine sia difficile denunciare le violenze sessuali subite. Gli attivisti la scorsa settimana hanno riferito di tre omicidi di giovani ragazzi albini, le cui ossa sono poi state sottratte dalle tombe. Il governo tanzaniano ha dichiarato la sua determinazione nel contrastare questo genere di crimini, ma finora si è distinto per non aver preso alcun provvedimento riguardo tali macabri episodi.

##########################################################################################################################################################

Vende la verginità per 51 mila euro. On line

Con tanto di certificato medico che la attesta: tanto, dice lei, “è solo sesso”

Una studentessa belga ha venduto la sua verginità per la modica cifra di 51 mila euro. Dice di avere 21 e si fa chiamare Noelle, perché “se lo scoprono i miei”. E ha messo in vendita la sua “prima volta” su un sito di escort a Marzo. Dopo due mesi di serrata asta, un fortunato vincitore si è aggiudicato l’ambito premio, per la cifra di 51mila euro circa.

JUST SEX - ‘È solo sesso, dopo tutto’, dice lei, che però non vuole essere identificata nel caso in cui i suoi genitori dovessero venire a sapere della “gara”. E del fatto che il vincitore ha acquistato “il prodotto” per 24 ore, con alcuni particolari benefits come pagarle lo shopping e portarla fuori a cena. Da parte sua la ragazza gli ha dato un attestato medico della sua verginità, pretendendo però di avere delle “protezioni” da parte di lui. Ma chi è questa intraprendente “imprenditrice”? Noelle descrive se stessa sul sito web come ‘una ragazza molto dolce e innocente, ma con un po’ di animo cattivo ‘. E per dimostrare che non è una prostituta, vuol dare in beneficienza il 5% dei suoi proventi.

CLICK - Al vincitore è bastato cliccare su ‘Clicca qui per fare un’offerta per la sua verginità!’ e affare fatto. Con un’unica condizione: la visita ginecologica. “Dovevo essere sicuro fosse vergine”, si giustifica il misterioso acquirente. Secondo un portavoce dell’azienda proprietaria del sito internet, Noelle “ha un unico obiettivo, e questo è il denaro”. Eppure lei di sé dice: “io sono solo una ragazza normale ed i miei genitori sarebbero mortificati se scoprissero cosa stavo facendo. Il mio migliore amico ha cercato di parlarmi, ma ora rispetta la mia decisione. Gli altri miei amici erano solo stupiti fossi ancora vergine. Beh, era giunto il momento. Penso che in fondo la prima volta sia troppo idealizzata: in fondo, è solo sesso”.

Penso che troppo è realizzato per la prima volta comunque. E ‘solo il sesso, dopo tutto.’

give thanx Roberto Tramarin


Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes