♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

7.4.11

Vino: ecco il decalogo del bevitore eco-friendly

decalogo_vino_ecofriendly

In occasione del prossimo Vinitaly 2011, il salone internazionale dedicato al vino, che si terrà a Verona dal 7 all’11 aprile, Winenewes, il sito degli amanti del buon bere ha lanciato ildecalogo dell'eno-appassionato amico dell'ambiente, che fissa una serie di regole e principi per godersi del buon vino senza per questo trascurare la natura che ci circonda.

Nel decalogo infatti, ci sono consigli e segreti per scegliere ed acquistare il vino ecocompatibile, un settore che proprio in questi ultimi anni vede impegnate sempre più aziende vitivinicole ecantine nel compito di ridurre le emissioni della loro produzione.


Vediamo allora quali sono i dieci punti del vademecum per diventare un perfetto bevitore eco-friendly:

1) Scegliere il vino a chilometri zero: è sempre bene acquistare il vino in una cantina vicina alla zona in cui si risiede, in questo modo si accorciano le distanze dal luogo di produzione a quello di consumo;

2) Optare per la viticoltura biologica e biodinamica, che utilizza solo sostanze naturali (o ottenute dall'uomo attraverso processi semplici);

3) Scegliere le cantine con certificazione ambientale (ISO 14001 o EMAS), che garantiscono l’impegno ecologico delle aziende;

4) In alternativa, è bene optare comunque per le cantine “enviromental friendly”, che nella produzione adottano pratiche ecosostenibili, pur non avendo nessuna certificazione ufficiale;

5) Acquistare vino in bottiglie di vetro alleggerito, che permettono di risparmiare energia durante la produzione e di tagliare conseguentemente le emissioni di CO2;

6) È bene preferire i vini etichettati con carta riciclata;

7) Risparmiare con gli acquisti "collettivi", fatti attraverso i Gav, Gruppi di acquisto del vino, formati da eno-appassionati, che preferiscono "saltare" la mediazione del negozio andando direttamente dal produttore;

8) Considerare sempre che vetro e sughero sono riciclabili e riutilizzabili al 100%;

9) Tagliamo gli sprechi! Se il vino avanza, possiamo utilizzarlo in cucina per arricchire le nostre ricette;

10) Presto avremo il vino con la "carbon footprint" in etichetta, che indicherà quante CO2 sono state emesse per la produzione del vino.

E allora, bevitori di tutto il mondo, siete pronti per affrontare il prossimo Vinitaly in modo eco-sostenibile?

FONTE GREENME


Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes