♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

13.4.11

Tumori: nuovo farmaco che ne rallenta la crescita senza resistenza

Un nuovo farmaco, scoperto grazie ad uno studio italiano, rallenterebbe la crescita deitumori, senza presentare il fenomeno dellaresistenza. Infatti, uno dei problemi che assillano gli specialisti, per le terapieantitumorali, è proprio la comparsa della resistenza. Questo meccanismo fa in modo che il tumore non risponda più alla terapia, che ricominci la crescita di nuovi vasi sanguigni, e quindi della massatumorale.

Lo studio, che è ancora nella fase iniziale, si deve ad un gruppo di specialisti dell’Unità di Angiogenesi e Targeting Tumorale del San Raffaele di Milano. Nonostante, la ricerca sia solo agli inizi, si è già conquistata la copertina della rivista Cancer Cell. In cosa consiste questa scoperta? I tumori, durante la loro crescita, producono delle sostanze, una di queste è l’angiopoietina-2(ANG2). Questa sostanza stimola, a sua volta, la formazione dei vasi sanguigni, che alimentano le cellule tumorali, e conseguentemente, ne permettono la crescita e l’espansione.

Gli studiosi hanno scoperto, come tutto questo meccanismo possa essere inibito da un farmaco, un inibitore specifico (prodotto dalla AstraZeneca) che blocca l’attività dell’angiopoietina-2, quindi la formazione di nuovi vasi sanguigni, e senza il fenomeno della resistenza. Infatti, nonostante si facciano delle terapie continuative, questo blocco non induce resistenza al trattamento. Un altro meccanismo, che viene inibito dal nuovo farmaco, è l’attività di una specifica popolazione cellulare (TEM), appartenente alla famiglia deimacrofagi, che favorisce la crescita tumorale e l’insorgere del fenomeno della resistenza. Ora lo studio continuerà, verificando tutte queste scoperte sui pazienti oncologici.
Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes