♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

21.2.11

LA VERSIONE DI BARNEY


MORDECAI RICHLER

LA VERSIONE DI BARNEY

Casa editrice: Adelphi



Norman Freedman era uno dei duecento invitati al mio ricevimento di nozze, che si tenne al Ritz-Carlton Hotel. Cravatta nera, naturalmente.Boogie era già fatto come un cocco, e io sbronzo marcio, oltrechè di un umore schifoso, dato che l'unico posto dove avrei voluto essere in quel momento era il Forum. Mannaggia, mannaggia e mannaggia. I Canadiens avrebbero vinto la loro quarta Stanley Cup consecutiva senza di me. Ma non c'era niente da fare, quando avevo scoperto che le date cioncidevano ormai era troppo tardi per spostare la cerimonia. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Appena dichiarati marito e moglie, baciai la sposa e andai dritto al bar. Come sta andando?. Mahovlich è uscito per somma di ammonizioni un paio di minuti fa, e ha segnato Backstrom. Siamo 1 a 0, ma è appena cominciata e l'assenza di Bèliveau si fa sentire”. In mezzo a tutti quegli sconosciuti che gremivano il Ritz mi sentivo completamente fuor d'acqua. Mi giravano potentemente le scatole, ma all'improvviso tutto cambiò: dal sen della stanza affollata, come ululava ai tempi Howard Keel, emerse la donna più bella che avessi mai visto. Lunghi capelli neri come l'ala di un corvo, fantastici occhi blu, pelle d'avorio; era slanciata, avvolta in un vestito di chiffon azzurro, e si muoveva con una grazia stupefacente. Oh quel volto di incomparabile bellezza. Quelle spalle nude. Non ce la facevo quasi a guardarla. «Chi è quella donna che parla con Myer Cohen?» chiesi a Irv. «Vergognati. Sei sposato da meno di un'ora e gia allunghi gli occhi»



Già Barney Panofski è proprio così: incurante, insofferente, nichilista e scorretto. Questo libro narra la sua vita e le sue avventure che si srotolano con elegante disordine attorno ai suoi tre matrimoni. Passando dalla sua esperienza parigina alle sue ambizioni di scrittore sempre con una bottiglia da compagna. Un anti eroe fatto e finito. Un libro spesso divertente che fa anche riflettere sulla vita e sui suoi schemi prefissati. Mi è stato consigliato anni fa dal mio amico Allo ma che solo ora mi son deciso a leggere....e devo dire che ne vale la pena.....

Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes