♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

1.10.10

“nati stanchi” 8 su 10

La sonnolenza diurna colpisce sempre più italianiLe otto ore canoniche di sonno notturno sembrano proprio non bastare agli italiani, o, almeno a buona parte di loro: è ben l’80% della popolazione del Bel Paese a vivere vere e proprie “botte” continue di stanchezza durante la giornata.Affaticamento, spossatezza e verasonnolenza sembrano essere compagne ricorrenti di una buona fetta degli italiani, che, spesso, fanno fatica a tenere gliocchi aperti e il cervello attivo dopo la pausa pranzo.

Italiani, popolo di dormiglioni o “nati stanchi”? Non proprio, ma quasi, almeno stando a quanto è emerso da un sondaggio proposto da un portale in partenership con il Cnr. Sonnolenza diurna diffusa a macchia d’olio, stanchezza imperante anche durante l’orario lavorativo: ben il 48% dei connazionali che ha partecipato all’indagine ha ammesso che dopo la pausa pranzo la stanchezza è in agguato e tenere la palpebra ben sollevata diventa sempre più difficile, mentre è ancora più allarmante quanto dichiarato dal 32% degli intervistati, che ammette cali di attenzione e una lotta perenne con la spossatezza fin dalle prime ore della giornata.

Per troppi italiani la
giornata sembra essere una lotta costante contro la stanchezza e la sonnolenza, chi vive male l’inizio della mattinata, circa il 34%, che confessa di aver bisogno di tempi piuttosto abbondanti per “carburare”, e chi dopo la pausa pranzo, preferirebbe dedicare il resto del pomeriggio al sonno risotoratore e fa fatica a rimanere sveglio.

Stanchezza e sonnolenza, tutta colpa dell’autunno? Facile colpevole, ma lastagione appena iniziata non c’entra: i “nati stanchi” non subiscono troppo l’influsso della stagionalità e vivono questa eterna lotta contro la spossatezza in ogni periodo dell’anno.
Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes