♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

26.6.10

terapia e benefici dell'acqua ossigenata

L’acqua ossigenata e la sua gradazione:

3% Grado Farmaceutico venduta in farmacia o nei super market. Questo prodotto non e’ raccomandato per uso interno. Contiene un assortimento di stabilizzanti, tra i quali acetanilide, fenolo, sodium stannate,Fosfato di tertrasodium.

6% Grado Uso Estetico usato nelle parrucchierie e centri di bellezza per colorare i capelli. Non e’

raccomandato per uso interno.

30% Grado Reagente e’ usato per diversi tipi di esperimenti scientifici e anch’esso contiene stabilizzanti. Non per uso interno.

30% a 32% Grado Uso Elettronico usato per pulire parti elettroniche. Non per uso interno.

35% Grado Uso Tecnico questo prodotto e’ più concentrato del Grado Reagente, differisce leggermente per l’aggiunta di fosforo per aiutare a netraulizzare il cloro nell’acqua. Non per uso interno.

35% Grado Alimentare usato nella preparazione di alimenti come il formaggio e prodotti contenenti siero di latte. Spruzzato anche sui contenitori asettici per succhi di frutta e latte.

QUESTO E’ IL SOLO GRADO RACCOMANDATO PER USO INTERNO

(Esiste anche quello al 90%. Questo è il grado usato come fonte di ossigeno per il Carburante dei missili. Ovviamente non è consigliato per uso interno.)

Quindi, “Solo il 35% grado” alimentare e’ “raccomandato” per uso “Interno”. A questa concentrazione e’ un ossidante molto forte e “se NON DILUITO” può essere “ESTREMAMENTE PERICOLOSO” e/o anche “FATALE”. Qualsiasi concentrazione sopra il 10% può causare reazioni neurologiche e danni al tratto gastrointestinale superiore.

Il Grado alimentare 35% deve essere:

1) Maneggiato attentamente (il “contatto diretto ustiona la pelle” per cui e’ raccomandato sciacquare la parte interessata sotto acqua corrente).

2) Diluito appropriatamente prima dell’uso.

3) Conservato in maniera sicura (la parte non diluita deve essere chiusa ermeticamente IN UN

CONTENITORE DI PLASTICA, “MAI DI VETRO”, perché rilascia continuamente gas di

ossigeno. E conservare nel congelatore ).

Uno dei metodi più convenienti per dispensare l’ acqua ossigenata al 35% e’ utilizzare una piccola bottiglia di vetro con contagocce che può essere acquistata in farmacia.

Il dosaggio raccomandato è descritto nella tabella sottostante. Le gocce vanno mescolate con circa un quarto di litro (0.200L – 0.250L) di acqua distillata . (Non usare acqua di rubinetto poiché contiene cloro).

Il programma illustrato è solamente un suggerimento ma è basato su anni di esperimenti e resoconti di migliaia di utilizzatori.

Individui sottoposti a trapianto non dovrebbero intraprendere un programma con H202 poiché stimolando il

sistema immunitario potrebbe provocare il rigetto dell’organo.

E’ raccomandato “non usare acqua che contiene ferro” e “non assumerlo con supplementi di ferro in concomitanza del perossido di idrogeno”, perché ciò produrrebbe un alto numero di radicali liberi, e ciò può causare disturbi allo stomaco, nel tempo potrebbe anche condurre a “strane anomalie gastriche”. Il supplemento di ferro può essere preso dopo un’ora dalla somministrazione del perossido.

Giorno Numero di gocce 35% e

frequenza Totale goccie per un giorno

Number Of Drops of 35% in a glass Total Number Of Drops Per Day (must be spread

Day Number of water over 3 times of the day)

1 3 drops, 3 times per day 9

2 4 drops, 3 times per day 12

3 5 drops, 3 times per day 15

4 6 drops, 3 times per day 18

5 7 drops, 3 times per day 21

6 8 drops, 3 times per day 24

7 9 drops, 3 times per day 27

8 10 drops, 3 times per day 30

9 12 drops, 3 times per day 36

10 14 drops, 3 times per day 42

11 16 drops, 3 times per day 48

12 18 drops, 3 times per day 54

13 20 drops, 3 times per day 60

14 22 drops, 3 times per day 66

15 24 drops, 3 times per day 72

16 25 drops, 3 times per day 75



COMPLETATO IL CICLO DEI 16 GIORNI BISOGNA PROCEDERE PER IL PROTOCOLLO DI

MANTENIMENTO . LA FREQUENZA DI ASSUNZIONE DEVE ESSERE RIDOTTA COME

SEGUE:

Numero goccie Frequenza

25 goccie un giorno sì uno no per 1 settimana

25 goccie ogni tre giorni per 2 settimane

25 goccie ogni quattro giorni per 3 settimane


Per problemi seri si raccomanda di continuare con 25 gocce, 3 volte al giorno da 1 a 3 settimane.

Successivamente ridurre a due volte al giorno la stessa dose (25 gocce) finché i problemi non scompaiono.

Questo ciclo può durare da 1 a 6 mesi.

Per un buon programma di mantenimento sarebbe utile assumere da 5 a 20 gocce una volta alla settimana.

Il retrogusto del tipo “candeggina”, che tale terapia rilascia, può essere ridotto masticando una normale gomma senza zucchero alla cannella.

Aggiungere del rame al protocollo aumenta l’efficacia del perossido di idrogeno sui batteri fino a 3000 volte in piu’. Il coenzima Q10, l’olio di lino, niancina e vitamina E aiutano ad aumentare l’ossigenazione.

Agli individui affetti da candidosi cronica si raccomanda di iniziare con 1 goccia 3 volte al giorno, poi 2 gocce 3 volte al giorno e quindi avviare il protocollo sopra esposto.

E’ importante che l’H202 venga ingerito a stomaco vuoto, un ‘ora prima dei pasti o 3 ore dopo. In presenza di cibo nello stomaco la reazione dell’H2O2 sui batteri presenti potrebbe causare formazione di schiuma, indigestione e possibile vomito.

Alcune persone assumendo l’ h202 prima di andare a letto lamentano una certa difficoltà a prendere sonno, questo e’ probabilmente dovuto al senso di vigilanza incrementato dall’aumento di ossigeno a livello cellulare, quindi è fortemente sconsigliato assumere tale trattamento nelle ore precedenti al sonno.

Il programma del dosaggio orale e’ uguale per tutte le condizioni. Comunque ci sono alcuni punti da tenere a mente.

Qualcuno potrebbe avere disturbi allo stomaco. Nell’evenienza si raccomanda di non uscire dal programma ma piuttosto mantenere lo stesso dosaggio o tornare al precedente fino a quando il fastidio non e’ risolto ( alcuni hanno eliminato il problema di nausea prendendo tre o quattro capsule di “lecitina” insieme al H202).

Durante il programma non e’ raro vivere quello che e’ conosciuto come la crisi della guarigione. La quantità di batteri morti e tossine rilasciata dal corpo può eccedere la sua capacita’ di espulsione.

In alcuni questo sovraccarico può causare stanchezza, diarrea, mal di testa, eruzioni cutanee, raffreddore o sintomi come influenza o nausea. Non si dovrebbe interrompere il programma per fermare la pulizia che sta avvenendo nel corpo, continuando il programma le tossine saranno espulse più velocemente e la crisi di guarigione cesserà in breve tempo.

Se non si sta già assumendo vitamina E e acidophilus e’ raccomandato iniziarli prima del programma H202. La vitamina E riesce a rendere più efficiente l’ossigeno a disposizione e l’acidophilus aiuta a ripristinare la flora batterica nell’intestino ed inoltre favorisce la produzione interna del perossido di idrogeno (H202).


PREPARARE ED USARE LA SOLUZIONE DI PEROSSIDO DI IDROGENO AL 3%

Per ottenere la soluzione al 3% versare un’oncia (29ml) di perossido di idrogeno in un recipiente ed aggiungere

11once (29ml x11) di acqua distillata.

Il risultato e’ 12 once di perossido di idrogeno al 3% il quale può essere usato per diversi scopi (in sostanza il rapporto e’ 1 a 11 indipendentemente dalla quantità del perossido di idrogeno che si vuole usare. Es: Con un quarto di litro di perossido mischiato con 11 quarti di litro di acqua distillata si otterranno 12 quarti di litro di perossido al 3% cioè 3 litri di h202)

Un clistere o doccia vaginale possono essere effettuati con una soluzione di 3 cucchiai di h202 e di circa un litro di acqua distillata.

Non diluito può essere usato per sciacquare la bocca, per un pediluvio contro la malattia del piede d’atleta o, combinato al bicarbonato di sodio, per ottenere un buon dentifricio.

Un batuffolo d’ovatta imbevuto di h202 al 3% si può delicatamente passare sui denti per renderli più bianchi (principio attivo di molti prodotti sbiancanti).

Malati di diabete hanno trovato sollievo dai problemi circolatori lasciando alla sera per 30 minuti i piedi a bagno in una soluzione di mezzo litro di perossido al 3% con 4 litri di acqua distillata.

La quantità di una tazza (0.250L) di acqua distillata con 1 cucchiaio di perossido può essere usata come spray nasale. Dipende dal grado della sinusite, alcuni usano la soluzione pura al 3% altri hanno difficoltà a tollerare alcune gocce in una tazza d’acqua.

Un metodo per assorbire il perossido di idrogeno e’ usarlo nella vasca da bagno. Aggiungere nella vasca piena di acqua calda una quantità di perossido che può variare da mezzo litro fino a 4 litri. I pori della pelle si dilateranno meglio permettendo l’assorbimento dell’ H202. Come già detto e’ preferibile non farlo prima di coricarsi poiché l’aumento di ossigeno nel corpo può eccitare e tenervi svegli. Molti usano questo metodo per eliminare funghi e infezioni più o meno gravi dalla pelle della pelle.

Un’ oncia (29 ml) in un litro d’acqua distillata può essere usata come acqua da bere per gli animali domestici, dato che aiuta ad eliminare velocemente i parassiti, e aiuta a controllare la loro flora batterica intestinale.

Ci sono molti altri metodi di impiego che elencherò in seguito.

E’ richiesto per la produzione dell’ormone della tiroide e degli ormoni sessuali (Mol Cell Endocrinol 86;468(2):149-154) (Steroids 82;40(5):5690576).

Esso stimola la produzione dell’interferone (J Immunol85;134(4): 24492455).

Dilata le vene nel cuore e nel cervello (Am J Physiol 86;250(5 pt 2):H815-821 e (2 pt 2):H157-162).

Aumenta l’utilizzo del glucosio nei diabetici (Proceeding of the IBOM Conference 1989,1990,1991).

La terapia di perossido si può attuare anche per via intra-venosa. Questa cura è stata “Iniziata” dal pionieristico Dr. Farr ed a tal proposito esistono numerosi centri specializzati.

Ci sono più di 6.100 articoli nella letteratura scientifica in circolazione che attestano il successo della terapia dell’ozono e del perossido di idrogeno. Ai quali si aggiungono da 50 a 100 articoli scientifici pubblicati ogni mese, ma la maggior parte della comunità medica continua ad ignorare le potenzialità di queste terapie (… purtroppo e’ la Big-Pharma che comanda sulla nostra salute e da sempre non vuole che ci si curi con la spesa di pochi centesimi). Ci sono più di 15.000 dottori europei tra omeopati e naturopati che somministrano ozono e perossido a milioni di pazienti.

Conclusione:

“L’acqua ossigenata o perossido di idrogeno e’ una delle poche sostanze miracolose che e’ ancora disponibile al pubblico. La maggior parte di noi ha iniziato con il perossido di idrogeno appena dopo la nascita. Non solo il latte materno contiene un’ alta dose di perossido di idrogeno ma la quantità nel primo latte (colostrum) e’ ancor più elevata.

E’ tutto chiaro ora che sappiamo che una delle sue principali funzioni e’ quella di attivare e stimolare il sistema immunitario. Nonostante io sia un grande fanatico della terapia con perossido di idrogeno, non sto sostenendo che tutti hanno bisogno di utilizzarla, probabilmente ci sono persone la cui salute e benessere non sarebbero rafforzati dal

perossido . Ma ci sono anche milioni di altre persone che 'soffrono inutilmente' perché non conoscono il perossido di idrogeno o sono state informate male sul suo utilizzo”.

MORALE... Condividere credo che liberi le ali della consapevolezza madre di tutti noi, per un volo verso l’unita’.... La Salute è importante e curarsi con rimedi antichi, ma allo stesso tempo moderni, e soprattutto efficaci/economici è Fondamentale.



IL PEROSSIDO DI IDROGENO IN TERAPIA DERMATOLOGICA

http://www.rexresearch.com/peroxide/echo.htm

http://www.lakesidepress.com/pulmonary/papers/ox-hist/ox-hist-intro.html

http://www.oxygenhealingtherapies.com/intro_ozone.html#nathaniel

http://www.wddty.com/hydrogen-peroxide-treatment-for-cancer.html


Lupo


Reazioni:

4 commenti esagitati e considerazioni varie:

mega.goia ha detto...

Davvero molto interessanti tutti i commenti. Per cortesia qualcuno sa dirci dove possiamo trovare in Italia il perossido? Dove possiamo comprarlo? Grazie! La nostra mail è mega.mauro@yahoo.it Grazie!!! Siamo una coppia di musicisti italiana (cantante e pianista, i nostri nomi sono Mega e Mauro.

Anonimo ha detto...

Questo articolo appartiene a www.condivisa.info, prego la direzione di citare il sito oppure toglierlo immediatamente dal vostro sito.

Anonimo ha detto...

Noto la non professionalita' del vostro sito e ribadisco se non citate la provenienza dello stesso che e' di proprieta' del sito: www.condivisainfo.it saro' costretto ad azioni legali.

Anonimo ha detto...

La diffusione di cose naturali deve essere alla portata di tutti, non deve avere proprietari, pertanto quelli che ritengono che sia tratto da un loro sito si vergognino abbassino gli occhi poichè per la salute non si dovrebbe pagare niente. Personalmente ora copierò ciò che ho letto e la divulgherò gratuitamente senza citare il vostro fottuto sito. Denunciatemi pure vigliacchi

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes