♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

18.6.10

ampliare il punto G con la chirurgia

orchidC’è chi ancora lo sta cercando e chi sostiene che neppure esista, ma tra i sostenitori a oltranza del fantomatico punto G c’è anche chi ne conferma l’esistenza scientifica e chi arriva a mettersi sotto i ferri per ampliare chirurgicamente l’area erogena che si favoleggia sia il centro di ogni piacere.

Negli Stati Uniti e nell’America del Sud, specialmente in Argentina, pare che questa nuova tecnica, di cui si sconoscono però gli effetti a lungo termine, sia molto richiesta. Consiste nel creare un riempitivo con un biomateriale che può essere grasso della paziente o acido ialuronico in modo da gonfiare la parte e renderla più sensibile.

Dopo quattro ore dall’intervento si torna alla vita normale, sempre che possa considerarsi normale un aumento della percezione del piacere di circa il 25%. A quanto pare il ricorso alla chirurgia non ha più soltanto valenze estetiche, ma cominciano a profilarsi motivazioni di tutt’altra natura. Ma voi lo fareste?


Via | Tratamientosbelleza


Reazioni:

1 commenti esagitati e considerazioni varie:

Iviz ha detto...

questo era il "punto di pressioene" preferito da Ken Shiro.. :D

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes