♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

26.5.10

rischio infarto per i tifosi di calcio

Tifosi a rischio infartoLa trepidante attesa dell’evento, il fiato sospeso mentre si segue il pallone che carambola pericolosamente tra i piedi della squadra avversaria, l’adrenalina che sale quando i propri beniamini sono all’attacco, l’esplosione di gioia di un gol, ma anche l’ansia del tempo che passa impietoso quando il risultato non è favorevole.

Il bello del calcio e delle partite cruciali, dove la tensione attraversa tutti i tifosi, allo stadio o davanti al televisore. Quello che aspetta i supporter di Inter e Bayer Monaco, che già contano i giorni che mancano alla finale di Champions League in programma sabato, e che attenderà un po’ tutti gli appassionati ai prossimi Mondiali 2010.

Ma ci sono dei rischi: in occasione di una partita di calcio importante, infatti, le probabilità di
attacco cardiaco aumentano. Lo rivela uno studio, pubblicato sulla rivista scientificaNew England Journal of Medicine“, condotto suipazienti ricoverati per infarto negli ospedali dell’area di Monaco di Baviera durante i mondiali del 2006 (da maggio a luglio) e negli stessi periodi del 2005 e del 2003.

Ebbene: tra maggio e luglio 2006
i ricoveri per infarto sono stati oltre 4200 e le giornate con la più alta “affluenza” sono state proprio quelle in cui giocava la nazionale tedesca: con ricoveri triplicati per gli uomini e raddoppiati per le donne. La maggior parte degli infarti, inoltre, si era verificata nell’arco di due ore dall’inizio della partita.

In base allo studio sono aumentati anche i casi di
angina e di aritmia cardiaca. Ma non è tutto: la metà dei ricoverati non sapeva neppure di avere lecoronarie non in perfetta forma. Secondo i medici, dunque, c’è un collegamento tra rischio di infarto e partite di calcio particolarmente emozionanti. I tifosi di calcio, dunque, dovrebbero forse ancora più degli altri preoccuparsi della salute del cuore, facendo attenzione alla prevenzione, con uno stile di vita adeguato e controlli periodici.

Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes