♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

22.3.10

Usa, compromesso con gli anti-abortisti: passa la riforma della sanità di Obama

Storica legge voluta da Barack Obama

La Camera dei Rappresentanti ha approvato la riforma della sanità nel testo varato dal Senato alla vigilia di Natale. E' un voto che passa alla storia. Il testo del Senato è stato approvato con 219 voti a favore e 212 contro. Nessun repubblicano (erano 178) ha votato a favore, 34 democratici si sono opposti. La riforma è passata anche grazie al voto degli anti-abortisti, che sono riusciti a strappare in extremis un accordo a Obama.

"Yes We Can": lo slogan della campagna elettorale di Obama ha salutato il momento in cui è stata raggiunta la soglia magica dei 216 voti necessari ad approvare la riforma.

La riforma sanitaria, pur non mancando di sollevare dubbi tra le file degli stessi Democratici costituisce una sfida all'industria farmaceutica e delle assicurazioni. Al momento il bilancio federale è a rischio per gli eccessivi aumenti dei costi degli aiuti medici agli anziani (Medicare) e ai poveri (Medicaid) e lo scopo del presidente è far diminuire di circa 2.000 miliardi di dollari in dieci anni il costo dell'assistenza medica.

I costi - ha detto il presidente americano - verranno affrontati, tra l'altro, aumentando le tasse per le famiglie che guadagnano più di un milione di euro all'anno, senza quindi toccare la classe media. Lo scopo è fornire l'assicurazione sanitaria ai circa 32 milioni di americani che ne sono privi (tra cui 8 milioni di bambini) e impedire che 14.000 americani continuino ogni giorno a perdere quella che hanno perché non in grado di pagarla.

O anche perché si ammalano e nel frattempo perdono o cambiano lavoro (a causa della "pre-existing condition" a cui fanno spesso ricorso le assicurazioni private). La spesa prevista per la riforma è di 829 miliardi di dollari.

Ecco, punto per punto, i contenuti della riforma:

MINORI COSTI DEL SISTEMA

1. Informatizzazione del sistema
2. Migliore accesso alla prevenzione e sostegno ai programmi di gestione delle malattie comprovate (come il diabete)
3. Abbassare i costi attraverso aumentando la concorrenza nel settore farmaceutico e assicurativo (e anche prevenendo gli sprechi del Medicare, sostenendo il consumo di farmaci generici, etc.)
4. Ridurre il costo per malattia a impiegati e datori di lavoro

COPERTURA SANITARIA PER TUTTI

1. Possibilità di scegliere l'assicurazione
2. Nuove condizioni più sicure
3. Crediti a famiglie e piccoli imprenditori
4. Contributi per lavoratori
5. Copertura per bambini
6. Espansione di Medicaid e Schip (il programma di aiuti per bambini)
7. Flessibilità per i piani federali

Riforma varata con l'aiuto degli anti-abortisti
Il voto sul filo del rasoio della Camera dei Rappresentanti sul testo del Senato, 219 a 212, è arrivato grazie al sostegno di un manipolo di democratici anti-abortisti che hanno strappato in extremis alla Casa Bianca un decreto sul bando all'uso di fondi pubblici nelle interruzioni volontarie di gravidanza.

Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes