♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

10.3.10

intima seduzione: tanga, brasiliana, perizoma, g-string



Dalle romantiche
culotte che fasciano le forme arriviamo agli aggressivi, supersexy (troppe volte volgari) perizoma, tanga e brasiliana. L’intimo è moda, lo sappiamo perfettamente, ed ancor di più strategico strumento di seduzione.

Questi capi di intimo, oltre ad essere perfetti da indossare sotto abiti attillati, piacciono particolarmente agli uomini perché mettono in risalto le forme in tutta la loro nudità (soprattutto quando sono belle sode), stimolano la fantasia, e “fanno sesso” (a detta di molti). Ma attenzione a non sfociare nella volgarità: il “filo” che si intravede dal pantalone, la gonna, la mini-gonna, faccette, farfalline, Hello Kitty, cuoricini e chi più ne ha più ne metta, via tutto, o meglio: tutto deve rimanere nel più autentico anonimato.

Oggi il mercato offre un’infinità di scelta, dai più disparati colori e varietà di tessuti alle taglie. Eppure si fa ancora un po’ di confusione a riconoscerli. Qual è il tanga? In che cosa si differenzia dal perizoma? E la brasiliana com’è? Quante volte ve lo siete chiesti? Se non lavorate in un negozio di intimo, con ogni probabilità molte. Detto fatto, cari lettori. Ecco qui di seguito tutte le spiegazioni del caso.



    • Tanga: slip estremamente sgambato che ha ai lati, sui fianchi, piccoli cordoncini o sottili nastri.
    • Perizoma: spesso viene definito impropriamente con le parole tanga e brasiliana, propriamente come “filo interdentale”. La sua caratteristica principale consiste nell’avere una parte posteriore costituita, invece che da un pannello di tessuto, unicamente da una sottile striscia elastica o anche un semplice cordoncino che congiunge il “cavallo” con la “cintura” dell’indumento.
    • Brasiliana: è un indumento che può essere definito come una via di mezzo tra un perizoma (con il quale viene spesso confuso nell’uso quotidiano della parola) e uno slip molto sgambato. Ha la parte che copre i fianchi che si unisce dietro formando un triangolo dal quale parte una striscia di stoffa che passa tra le natiche. La parte posteriore della brasiliana, pur essendo molto più succinta di quella di uno slip, copre comunque una piccola parte del sedere, a differenza del perizoma che invece lo lascia quasi totalmente nudo.
    • String” o “G-String“: si indica invece un indumento ancora più succinto del perizoma con il pannello anteriore ridotto al minimo indispensabile per coprire il pube, mentre la parte posteriore è costituita da un cordoncino o un elastico che passa tra le natiche, eventualmente congiunto agli elastici sui fianchi da un piccolissimo triangolino di stoffa.
  • Reazioni:

    0 commenti esagitati e considerazioni varie:

     
    Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes