♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

9.12.09

isola di Pasqua a numero limitato?



I tuiristi devono essere comunque troppi, se i 5.000 abitanti dell’isola hanno sentito il bisogno di indire un referendum che chiedeva di esprimersi sulla necessità di porre dei limiti al turismo verso l’isola. Il risultato è stato plebiscitario, visto che il 95% dei votanti si espresso favorevolmente all’idea di limitare l’afflusso dei turisti. Secondo i suoi organizzatori, il punto non è quello di vietare il turismo, ma di puntare decisamente a quello di qualità, limitando le possibilità di sbarco sull’isola e la costruzione di nuove strutture che, temono, danneggeranno in maniera irreversibile l’ecosistema dell’isola. Non si è trattato di un referendum dall’esito vincolante per il governo cileno, ma questo in qualche modo ne dovrà tener conto.

L’Isola di Pasqua (in lingua nativa Rapa Nui, grande isola/roccia; in lingua spagnola Isla de Pascua) è un’isola dell’Oceano Pacifico meridionale appartenente al Cile. Situata a 3600 km a ovest delle coste del Cile e 2075 km a est delle isole Pitcairn, è una delle isole abitate più isolate del mondo. Il turismo ha raggiunto l’isola di Pasqua solamente a partire dal 1967, quando il primo volo commerciale raggiunse questa isola remota. A tutt’oggi però l’Isola di Pasqua può essere raggiunta durante tutto l’anno esclusivamente dal Cile con la compagnia LAN Chile. I voli decollano normalmente da Santiago de Chile o occasionalmente da Tahiti e la durata del volo si aggira intorno alle 5 ore. Per quanto riguarda le possibilitá di raggiungere l’isola via mare queste sono molto limitate. Il piccolo porto di Hanga Roa non è in grado di ospitare grandi navi da crociera che devono quindi far scendere i propri passeggeri al largo per poi portarli con dei motoscafi sull’isola. A ciò si aggiunge il fatto che il mare in quel area è spesso molto mosso e risulta quindi impossibile raggiungere l’isola. Nonostante le dimensioni ridotte dell’isola ed il numero di turisti inferiore rispetto alle altre isole polinesiane, l’isola di Pasqua può vantare un ampio numero di alberghi e resort che si collocano in un’ampia fascia di prezzi. Ciò nonostante il costo della vita sull’isola risulta più elevato rispetto a quello sulla terra ferma in Cile, dal momento che tutti i beni presenti sull’isola devono essere importati dalla terra ferma cilena. Wikipedia.
Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes