♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

13.11.09

sindrome del giglio: sempre più giovani vergini

A quanto sembra la castità è tornata proprio di moda. Archiviate le rivoluzioni degli anni ’60-’70, il sesso libero ad ogni costo sembrerebbe far parte in misura sempre minore del mondo dei giovani. Lo ha rilevato un’indagine GFK Eurisko condotta su 3000 persone di età compresa tra i 18 ed i 55 anni.

Il dato curioso è che non si tratta solo di ragazze, le quali al contrario si confermano più intraprendenti, bensì i ragazzi: sono tanti quelli che a 25 anni sono ancora illibati, “puri come gigli” (di qui la definizione). La quota di ventenni ancora ignari delle gioie dell’amore raggiunge infatti un considerevole 15% (nella generazione nata sotto il segno della rivoluzione sessuale, ovvero nel ‘68, il numero di maggiorenni casti era risicato e non superava il 3%).

Molti si sono chiesti come è possibile una situazione del genere quando quello che sembra è perfettamente l’opposto. Ha provato a dare una risposta Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di urologia: “I motivi per cui tanti ragazzi arrivano anche a 20-25 anni senza aver sperimentato il sesso sono numerosi e diversi. Un po’ per via di un’immaturità più spiccata e un po’ per paura della sessualità”.

In poche parole, alla base della “Sindrome del giglio” (soprattutto per parte maschile) ci sarebbe la preoccupazione, l’insicurezza, l’ansia da prestazione e un miscuglio di ignoranza per ciò che riguarda l’educazione sessuale e, in particolare, è il prodotto dell’assenza della figura paterna.

“Succede oggi più che nel passato“, dice Mirone, “Tanto da innescare una vera e propria inversione di tendenza e da far tornare di moda la verginità fra i giovani”.

Tuttavia, per la teoria degli equilibri, gli esperti registrano anche il fenomeno opposto: l’età della prima volta si abbassa sempre di più, fino a toccare il 66% dei casi in cui avviene prima dei 18 anni (10 anni fa era il 57%).

Il primo rapporto –ha spiegato lo specialista- si ha prima, soprattutto in una fascia culturale più avanzata. E, in questo caso, a pesare di più sul dato dei precoci sono le ragazze, molto più intraprendenti, esperte e informate dei loro coetanei“.
Reazioni:

1 commenti esagitati e considerazioni varie:

EL POLA ha detto...

Ma che dicono....?sti ragazzini trombano tutti come dei ricci...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes