♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

12.9.09

LA VERA STORIA DELLA COCA COLA.... il male oscuro pt.1/3

La Coca-Cola Company e alcuni dei suoi dirigenti, da molto tempo, sono stati accusati di essere coinvolti in evasione fiscale, frodi, assassinii, torture, minacce e ricatti a lavoratori, sindacalisti, governi e aziende. Li hanno accusati anche di essersi alleati con eserciti e gruppi paramilitari in Sudamerica. Amnesty International e altre organizzazioni di Diritti Umani a livello mondiale hanno seguito da vicino questi casi. Da più di 100 anni la Coca-Cola Company incide sulla realtà dei campesinos e degli indigeni sia comprando che smettendo di comprare zucchero di canna al fine di sostituire il dolce con l´"alta fructuosa" [edulcorante] proveniente dal mais transgenico degli Stati Uniti. Sì, le bibite della marca Coca-Cola sono transgeniche come qualunque industria che usa "alta fructuosa". Avete visto gli ingredienti specificati negli imballaggi dei prodotti dell´industria?
La Coca-Cola ha inciso nella vita dei produttori di coca; è anche responsabile della mancanza di acqua in alcuni luoghi o delle modifiche delle politiche pubbliche per privatizzare il liquido vitale o restare con le falde freatiche. Incide nell´economia di
molti paesi; nell´industria del vetro e della plastica e in altri componenti della sua formula. Inoltre in economia e in politica ha inciso direttamente nel mutare le culture, da Chamula in Chiapas fino al Giappone o la Cina, passando per la Russia. La Coca-Cola è la più conosciuta bibita del mondo, il prodotto più ampiamente distribuito nel pianeta e acquistabile oggigiorno in 232 paesi, molte più nazioni di quelle che compongono l´Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU). I suoi guadagni possono oltrepassare il bilancio di vari paesi poveri.
L´impresa fa pressioni, estorce e minaccia i piccoli commercianti con contratti di esclusività. Minaccia la signora del negozietto all´angolo se questa vuole vendere altre bibite oltre alla Coca. Succhia grandi quantità d´acqua di sorgente e si arricchisce a spese delle terre ejidales, comunali, municipali, federali e di campesinos e indigeni.. In Chiapas sfrutta le falde d´acqua dello stato, regala scuole e pittura campi da basket per rimanere in buoni rapporti con i suoi frequentatori. Tuttavia bevono tanta Coca-Cola indigeni e zapatisti fino al più "sinistrorso" del mondo, mentre altri settori della popolazione mondiale, migliaia e migliaia, mantengono una resistenza e campagne di boicottaggio contro i prodotti Coca-Cola. In alcune comunità indigene del Chiapas, alcune delle quali anche zapatiste, è stata dichiarata la zona Coca-Cola-free o decretato il divieto di consumare i suoi prodotti.
Però c´è un problema: qual è l´alternativa se non esiste acqua purificata o imbottigliata in molte regioni rurali? Arriveremo alla problematica locale e le sue alternative, ma prima vediamo qual è stata la storia di questa impresa multinazionale tanto controversa e allo stesso tempo più consumata del mondo.
ANTECEDENTI DELLA COCA
Principalmente nella cordigliera delle Ande del Sudamerica si coltivava la pianta Erythroxylon coca da dove si estrae attualmente la cocaina che produce effetti psicoattivi. Per più di mille anni la foglia della coca è stata usata dalla popolazione indigena della regione, sebbene, comparata alla sostanza pura della cocaina, la foglia di coca masticata dagli indigeni produce gli stessi effetti ma nell´ordine dell´1%. Per gli Incas del Perù le foglie della pianta avevano un´importanza rituale e religiosa. Permettevano loro anche di svolgere i lavori fisici spossanti.
Venti anni prima che fosse inventata la Coca-Cola, verso il 1860, in Germania, un chimico riuscì ad estrarre cocaina pura dalla foglia di coca. Si chiamava Albert Niemman. Si dimostrò allora che gli effetti della foglia provenivano dalla cocaina. Colui che diventò uno psichiatra e che allora aveva appena quattro anni d´età, più tardi, ricercando in medicina, Sigmund Freud iniziò ad analizzare gli effetti che produceva la cocaina che si usò molto come prescrizione medica per alleviare l´ansia, la depressione e la dipendenza dalla morfina. Un medico amico di Freud, Ernst Fleisch, cominciò a prendere cocaina per diminuire il dolore che gli causava l´amputazione del suo dito pollice. Piano piano crebbe la sua dipendeza dalla cocaina in dosi ogni volta maggiori.. Questo fu uno dei primi casi di psicosi causata dalla cocaina. Più tardi, nel 1905, si scoprira la procaina come anestetico locale simile alla cocaina.
Gli effetti medicinali della foglia di coca causarono un aumento enorme della domanda nei contesti di guerra e di depressione sociale. Durante la seconda metà del XIX secolo si consumò di più in Europa per le sue relazioni coloniali con il Sudamerica, e sempre di più negli Stati Uniti. Tredici anni prima che fosse inventata la Coca-Cola, nel 1863 il chimico e impresario Angelo Mariani inventò il "Vino Mariani". Immediatamente brevettò la sua formula che consisteva nell´estratto della foglia di coca diluito nel vino. Presto si convertì nella bibita più popolare d´Europa per curare indolenzimenti, dispepsia e altri dolori comuni. Pochi anni dopo, nel 1876, un quacchero di Philadelphia lanciò sul mercato la sua Hires Root Beer, un mix di baie(?) e radici silvestri. Nel frattempo, in America Latina e nei Caraibi scorreva molto sangue, i popoli si battevano nei loro processi di Indipendenza nei confronti della colonizzazione europea.


LUPO

continua... rimanete aggiornati qui su MAVAFFANCULP

Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes