♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

18.3.09

per i vegetariani il desiderio sessuale è a rischio

“Il vegetarianesimo potrebbe avere effetti negativi sul desiderio sessuale, determinando una deficienza di zinco, strettamente associata alla riduzione del testosterone e alla depressione dello stimolo sessuale”. Sono queste le parole dell’ andrologo Nicola Mondaini che aggiunge: “Essere vegetariano non vuol dire necessariamente essere in buona salute tutto dipende da quel che si mangia. Le verdure fritte, per esempio, se mangiate in eccesso non giovano alla salute ma, al contrario, possono essere causa di disordini cardiovascolari e problemi legati all’aumento di colesterolo nel sangue”.

A rischio la meccanica dell’erezione e il colesterolo, favorendo l’indurimento dei vasi sanguigni, potrebbe compromettere anche la “meccanica” dell’erezione. La soluzione? “Seguire un regime di dieta mediterranea - sottolinea Mondaini - che determina esiti diretti positivi anche sulla sfera sessuale con aumento del testosterone, controllo del colesterolo e aumento dell’attività anti-ossidante. Sul fronte degli effetti indiretti, variare la propria alimentazione consente di tenere sotto controllo il peso corporeo, con chiari vantaggi per la salute generale e sessuale”.
Reazioni:

6 commenti esagitati e considerazioni varie:

verdiana ha detto...

belli i pupazzi di verdure!

cecca ha detto...

ma dai!!!??l'ho sempre sostenuto...la "ciccia" fa bene!!!!!

DonBafio ha detto...

fanculo chi dice che nn bisogna mangiare la carne...bella idea del cazzo!

Liut ha detto...

NON STUDI SCIENTIFICI, MA AFFERMAZIONI DA AVANSPETTACOLO SULLA "SALUTE SESSUALE" DEI VEGETARIANI

è impressionante come le publicazioni quasi quotidiane sui vantaggi della dieta vegetariana passino in secondo piano rispetto al pensiero di un singolo medico....

mi tocca postare i comunicati ufficiali




[COMUNICATO STAMPA]
NON STUDI SCIENTIFICI, MA
AFFERMAZIONI DA AVANSPETTACOLO SULLA
"SALUTE SESSUALE" DEI VEGETARIANI.
6 marzo 2009

A seguito della notizia pubblicata da molti mezzi di comunicazione, secondo cui "I vegetariani sono a rischio 'flop' sotto le lenzuola" a causa della loro alimentazione, Società Scientifica di Nutrizione
Vegetariana precisa quanto segue.

Non esiste nessuno studio scientifico che metta in relazione la dieta vegetariana con la riduzione del desiderio sessuale, né con la disfunzione erettile; una deficienza conclamata di zinco, invocata come
fattore responsabile di questa sventura, non è mai stata osservata nei vegetariani.

Per quanto riguarda il desiderio sessuale, comunque, dati preliminari di uno studio da noi condotto e ancora in corso sui vegetariani italiani non evidenziano differenza significative in questo parametro tra vegani, latto-ovo-vegetariani, pescivori e carnivori.

La disfunzione erettile, invece, appare correlata con la salute delle arterie e con la funzionalità dell'endotelio. E' ben dimostrato da studi scientifici che i vegetariani hanno un rischio ridotto del 25% di
sviluppare malattie cardiovascolari correlate all'arteriosclerosi; è inoltre riscontro di più studi scientifici che i vegetariani abbiano una migliore funzionalità dell'endotelio, probabilmente correlata non solo
alle migliori condizioni della parete arteriosa ma anche alla ricchezza di arginina della dieta. Questa sostanza è infatti il precursore dell'ossido nitrico, potente vasodilatatore, la cui produzione a livello
dell'organo sessuale maschile è tra i meccanismi responsabili del suo corretto funzionamento.

Sappiamo inoltre che i vegetariani hanno una ridotta incidenza di ipertensione, disturbo il cui trattamento farmacologico può presenta come effetto collaterale un elevato rischio di disfunzione erettile;
sono pure a rischio ridotto di diabete mellito, patologia che a causa di complicanze a carico dei nervi e delle arterie è pure tra le principali cause responsabili di disfunzione erettile. Infine la disfunzione
sessuale è presente nei pazienti con eccesso ponderale, patologia anch?essa favorevolmente influenzata dalla dieta a base vegetale.

La conclusione è quindi che per quanto riguarda il desiderio sessuale, non esistono studi che mostrino differenze tra vegan, vegetariani, carnivori, mentre i dati attualmente disponibili e succintamente
richiamati permettono di ipotizzare che i vegetariani siano a rischio ridotto di disfunzione erettile rispetto ai carnivori.

Non capiamo quindi quali siano le basi scientifiche di questo tipo di affermazioni, che si configurano più adatte all'avanspettacolo che alla scienza medica.

Anonimo ha detto...

ma è così buona la carne

Ivan ha detto...

Ma quanto sei idiota... firmati almeno!!!

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes