♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

15.12.08

ulteriore giro di vite per chi guida ubriaco: da 0,5 a 0,2


Forte inasprimento delle regole per bloccare gli automobilisti che hanno assunto bevande alcoliche. Proposta di legge che è all'esame della Camera e dovrebbe essere varata entro la fine di gennaio prevede infatti che non si possano più bere alcolici se si vuole guidare, in quanto sarà sufficiente un tasso alcolemico dello 0,2% per vedersi ritirare la patente. Ad annunciarlo il presidente della commissione Trasporti della Camera, Mario Valducci.
La proposta di legge, ha aggiunto Valducci, "è del Pd e il relatore è Silvano Moffa per cui c'è assoluta convergenza bipartisan. Ne ho già parlato con i colleghi dell'opposizione - ha aggiunto - ci auguriamo che possa essere approvata entro fine gennaio, inizi febbraio, speriamo di farlo anche col consenso del Senato". Per quanto riguarda le pene, ha spiegato Valducci, "per chi verrà fermato la prima volta ci sarà la sospensione di 6 mesi della patente, con un inasprimento progressivo fino ad arrivare al ritiro".L'altra norma presente nella proposta è quella che prevede di trattenere una quota inferiore al 50% delle multe, che è già destinata alla sicurezza stradale, da affidare a un ente che garantisca maggiori controlli.Niguarda: "Oltre 50% conducenti positivi all'alcol"Il 50% dei conducenti coinvolti in incidenti stradali risulta positivo all'etilometro o al test per le droghe. Lo rivela un'indagine condotta su 74 conducenti arrivati dopo un incidente al Trauma Center dell'ospedale Niguarda di Milano tra marzo e settembre 2008. Lo studio, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di emergenza e accettazione (Dea) dell'ospedale e la Polizia locale di Milano, è stato presentato durante un convegno a Niguarda. "In 7 casi su 10 si tratta di uomini - spiega Osvaldo Chiara, direttore del Trauma Team di Niguarda - con un'età media di 39 anni. Il 20% risulta positivo all'alcol, il 20% a droghe, soprattutto cocaina, e il 15% sia all'alcol che alla droga". Un quadro preoccupante a cui si vanno ad aggiungere i dati altrettanto allarmanti sul fenomeno della pirateria stradale. Due le misure che dovrebbero essere adottate secondo gli esperti: innanzitutto una maggiore educazione per chi si mette alla guida, ma soprattutto più controlli su strada. ''In Italia si eseguono ogni anno un milione di alcol test, contro i dieci milioni della Francia, praticamente l'automobilista italiano ha una possibilità ogni 74 anni di essere fermato per un controllo", ha spiegato Domenico Musicco, legale dell'Associazione italiana familiari e vittime della strada.


Reazioni:

4 commenti esagitati e considerazioni varie:

Jane Lane ha detto...

O tutti a piedi o tutti astemi. Bellammerda!

"Il Cancelliere" ha detto...

SONO DEI BASTARDI NON GLIENE FREGA NIENTE SE LA GENTE SI AMMAZZA (TANT'E' CHE GUADAGNANO SULLE SIGARETTE)HANNO SOLO BISOGNO DI SOLDI!!!0,2: MANGI UN MON CHERI E SEI FUORI! AHAHAH. VE LO DICO IO QUAL'E' IL LAVORO DEL FUTURO: IL TAXISTA NOTTURNO ABUSIVO

DonBafio ha detto...

io non posso c'ho la giustificazione il mio tasso nn scende sotto lo 0.4 dalla cresima

Mr.Nervouz! ha detto...

ottimo, davvero. per me va bene. però togliamo le marche da bollo sugli alcolici, e svuotiamo gli autogril (una media al banco no, ma una boccia di Jack Daniels "daregalareamiozio" si). E' vero che basterebbe sapersi regolare, ma (ahime) il proibizionismo non ha mai funzionato un gran che, in più, se si sproloquia da un pulpito costruito sulla cacca, beh... com'è che diceva? chi non ha peccato scagli al prima pietra? (o era paccato? boh. io sono pacchista per natura...)

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes