♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

25.11.08

potabilizzare l'urina

Un nuovo sistema di recupero e potabilizzazione delle acque consentirà agli astronauti della ISS di recuperare e rendere bevibile ogni goccia del prezioso liquido, sudore e pipì compresi.

Nello spazio l’acqua è un bene prezioso: farne arrivare un litro sulla ISS costa circa 5.000 euro. Ecco perché gli astronauti che vivono per mesi a bordo della Stazione Spaziale non possono sprecarne nemmeno una goccia: un complesso sistema di potabilizzazione consente di recuperare il vapore che proviene dalle docce e addirittura quello prodotto dalla traspirazione del corpo all’interno delle tute spaziali. Ma da un paio di settimane la Nasa ha osato l’inosabile e il 14 novembre ha spedito sulla ISS un nuovo sistema per il recupero delle acque che permetterà agli scienziati di attingere senza rischi alla più abbondante risorsa idrica presente a bordo: la loro pipì. Chiare, fresche, dolci acque. Sviluppato fin dal 1993, questo complesso impianto sottopone le urine a una prima distillazione rimuovendo eventuali particelle solide. Il liquido viene poi decontaminato tramite multifiltraggi e trattamenti osmotici. L’ultima potabilizzazione avviene in uno speciale reattore che "rompe" le impurità ancora presenti nel fluido scindendole in acqua, anidride carbonica e ioni. Un controllo finale assicura la purezza dell’acqua e l’assenza di microbi. Grazie a questo sistema la Nasa potrà risparmiare fino a 400.000 euro l’anno in costi per la spedizione di acqua in orbita. I primi giorni di funzionamento del nuovo dispositivo non sono però stati entusiasmanti: il super potabilizzatore si è infatti guastato dopo aver distillato appena 3 litri e mezzo di pipì... Gli scienziati stanno lavorando alla soluzione del problema, ma a quanto pare non ci sono ancora riusciti.

Grande come due frigoriferi, il nuovo sistema di potabilizzazione della Nasa consente agli astronauti di bere senza rischi anche la propria urina

give thanx Francesco Salbiati

Reazioni:

1 commenti esagitati e considerazioni varie:

Anonimo ha detto...

che storia!
g

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes