♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

6.10.08

reality su come fare il reality

Se c'è una cosa che non si insegna è l' essere spontanei, ci hanno sempre detto che questa era la vera forza dei reality, ma ne abbiamo sempre dubitato.
Senza essere professionisti, nè sentirsi solamente persone comuni chi sono infine i partecipanti?
E' solamente la bassa qualità a distinguere questi programmi da altri?
L' attrattiva della televisione a portata di tutti, sembra suggerirci quanto sia democratico questo mezzo.
Ma come Pasolini penso, che la televisione porti lo spettatore a guardare chi è dall' altra parte come un inferiore guarda un superiore.
Quando diventa scadente e volgare la televisione, tanto più si legittimerà volgarità tra le persone.
Ma ci vuole un corso (e un reality che ce lo faccia vedere) per imparare ad essere volgari?
L’idea è di quelle bizzarre: insegnare a partecipare a un reality show, che è, per definizione, il programma per cui non conta nessun tipo di preparazione artistica se non quella psicologica di sopportare lo sguardo di milioni di persone sulla tua vita vera. Eppure ha gran successo a Manhattan la New York Reality Tv School, l’unica scuola americana che prepara i suoi allievi ad affrontare gli innumerevoli e popolarissimi reality show televisivi. L’ha ideata e fondata il 43enne regista-produttore-attore-insegnante Robert Galinsky (uno, per intendersi, che dà consigli anche al rapper 50 Cent, speriamo non nel campo dell’abbigliamento). «Da noi vengono attori e non-attori - spiega lui -. Abbiamo avuto una dermatologa, un pompiere, una barista, professori universitari, un agente di controllo, due medici, un conducente d’autobus. Tutti hanno una forte personalità e credono di poter ben figurare in un reality. Alcuni vogliono perfino un loro proprio show».
Alla Reality Tv School si può scegliere tra un «corso intensivo» di un solo giorno, ogni secondo martedì del mese e ogni terzo sabato, del costo di 139 dollari e un workshop scaglionato in 5 settimane, ogni sabato a 299 dollari, con macchina da presa sempre presente. A spalleggiare Galinsky ci sono Robert Russell, esperto di casting; Jorge Bendersky, attualmente nel reality Groomer Has It, del canale Animal Planet; il ristoratore Dave Martin; Risa Tanania, casting director, con quasi 10 anni di esperienza nei reality e documentari; e Samantha Jones, insegnante d’improvvisazione, che suggerisce: «Mai sentirsi imbarazzati, tutti possono improvvisare».
I professori giocano facile, perché gli allievi sono molto motivati, altro che a scuola. «M’interessa solo apparire in tv», ammette Cody, un estroverso ventenne di Staten Island. E la dermatologa Jessica Krant, laureata ad Harvard e alla Columbia, è una delle prime «diplomate» alla scuola: «Ho voluto affinare le mie abilità televisive - spiega - Mi hanno detto che sarei perfetta per un programma sui problemi della pelle».
Il comandamento fondamentale di Galinsky è «Imparare a mostrare molta fiducia in se stessi». Ma attenzione: «Non dite mai “sono un attore”. Voglio che i miei allievi siano genuini e coscienti di ciò che li contraddistingue; devono imparare a enfatizzare proprio i loro elementi personali. Se vogliono apparire in un reality devono essere il più preparati possibile. Noi lavoriamo sodo per accertarci che le loro storie ed esperienze affiorino in superficie». Ma quali sono le differenze tra attori e gente comune? «Gli attori sono più smaliziati e senz’altro meno inibiti, quindi meno nervosi nel provare certe cose».
Cosa c’è nel futuro della sua scuola? «Ho già avuto diverse offerte per trasformarla in un reality show - dice Galinksy - . Mostreremo le manipolazioni e i trucchi che produttori e registi di reality adoperano; e daremo così ai telespettatori una visione dall’interno di come vengono creati questi show».
Reazioni:

0 commenti esagitati e considerazioni varie:

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes