♣ TEMPLATE IN ALLESTIMENTO... stay tuned ♣

1.10.08

5 commenti esagitati e considerazioni varie:

mariolino ha detto...

che belli....i buchi.... ho sempre avuto un'attazione. per i buchi

hohohohohooh


oo non sono morto!!!

sono tornato dalle ferie.... bella vita di merda che riconmicia

Anonimo ha detto...

bello il buco n.4 anche se i buchi in generale non mi piacciono soprattutto quello nero supermassiccio
g

cecca ha detto...

wwwoooowwwwwww!!!!!!bellissime queste photo

verdiana ha detto...

inquietante ma molto bello!

Carlitos ha detto...

dopo la 5° mail ricevuta, per delucidazioni sulle provenienze dei 4 buchi, eccovi le informazioni che cercavate

in ordine:

La Mirny Diamond Mine si trova nel nord est della Siberia, in una zona fredda e inaccessibile. È la più grande miniera di diamanti al mondo per larghezza: il diametro alla superficie misura 1.200 metri, per una profondità di oltre 525. Tenuta segreta per l'intero periodo della Guerra Fredda, ancora oggi le notizie su di essa non sono molte: scoperta nel 1955 dai geologi dell'Unione Sovietica, la miniera ha prodotto, fino alla sua chiusura definitiva, nel 2004, oltre 2.000.000 di carati (400 kg) di pietre preziose all'anno.

Il Great Blue Hole è una stupefacente formazione naturale situata a circa 60 miglia (111 km) dalle coste del Belize, in America Centrale. È una sorta di grotta calcarea di forma circolare larga 400 metri e profonda 145. Si è formata durante l'ultima era Glaciale, quando il livello delle acque era molto più basso di quello attuale. Quando poi l'oceano tornò a crescere la grotta si riempi di acqua e il suo tetto crollò, dando origine a un pozzo sommerso, le cui pareti sono ricoperte da stalattiti lunghe fino a 12 metri.

Il Morning Glory Hole è uno... scarico! Bello grosso, ma pur sempre uno scarico. La sua "vasca" è il lago formato dalla diga di Monticello, in California: viene aperto quando il livello dell'acqua nel bacino supera il livello di guardia. La forma, a imbuto, è quella tipica di uno scarico, dalle dimensioni impressionanti, però: 22 metri all'imboccatura, 8 nella parte finale. In pratica può inghiottire 1.370 metri cubi di acqua al secondo (1.370.000 litri: in meno di 30 secondi svuoterebbe una piscina

Kimberley Big Hole, in Sudafrica, è un'imponente miniera di diamanti a cielo aperto, ma 150 anni fa, al posto della voragine, c'era un'anonima collinetta dalla cima piatta. La scoperta dei diamanti attirò a Kimberley un esercito di minatori che armati di pale, picconi e speranze hanno rimosso, tra il 1871 e il 1914, oltre 22 milioni di tonnellate di terra e roccia. La parte esposta della cava è profonda 215 metri, ma cunicoli e gallerie si estendono nel sottosuolo fino a 1.100 metri di profondità. In 43 anni di attività la miniera ha prodotto diamanti per 14.504.566 carati (2.722 kg) ed è la "mamma" del più grande diamante a forma di ottaedro (cioè con 8 facce triangolari) mai scoperto e battezzato 616, come il suo peso in carati, equivalente a 123 grammi.

Lo Staff

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Best WordPress Themes